Domenica 23 ottobre 2022 si è svolta la festa di inizio anno dei gruppi Fede e Luce delle comunità di Roma.

Ci siamo riuniti presso Casa Acli (via di Bravetta angolo via del Conte). Un gruppetto della comunità di S. Gregorio si è occupato dell’accoglienza.

Al termine della messa è stato distribuito ai responsabili di ogni gruppo il Carnet de Route 2022/23 di Fede e Luce Internazionale; titolo di quest’anno “Andate in tutto il mondo”: strumento guida per prendere idee spunti che ci accompagneranno per i prossimi mesi.

A questo proposito, Carla Cecilia e Paolo Catapano hanno voluto condividere un pensiero con la comunità:

Tutto è cominciato con un semplice sì durante una chiacchierata con Fabio Bronzini, (coordinatore della provincia di Kimata, che mi chiedeva se mi sarebbe piaciuto lavorare alla preparazione del Carnet 2022-2023, un incarico che sarebbe stato affidato da Fede e Luce Internazionale alle comunità italiane delle tre Province e alle altre comunità gemellate (Galilea per il nord e Cipro, Grecia e Albania per Kimata).

Dopo aver seguito e vissuto con molto entusiasmo l’esperienza della formazione giovani a Fano nel 2019 con giovani da tutta Italia e dalle comunità gemellate, stimolata anche dal desiderio di incontrare nuovi volti e scoprire nuovi modi di vivere Fede e Luce in realtà diverse dalla mia, ho detto il mio sì. E così a novembre del 2021 è cominciata l’avventura.

Fortunatamente insieme a me nell’équipe c’era anche padre Paul che avevo avuto modo di conoscere bene; Fabio poi mi aveva molto rassicurato dicendomi che non avremmo dovuto fare le cose da soli, ma avremmo avuto un gruppo di supporto sempre a disposizione.
Purtroppo a differenza dell’esperienza di Fano, non c’è stato né il tempo né la possibilità di vedersi dal vivo per organizzare il lavoro ma abbiamo lavorato da remoto con alcuni incontri generali fra chi delle tre province aveva dato disponibilità al lavoro e Corinne Chatain, segretaria internazionale, guida e coordinatrice preziosa di tutto il lavoro.

Siamo partiti dai 12 punti di riflessione elaborati da don Marco Bove sulla base del discorso di Papa Francesco alla delegazione di Fede e Luce internazionale (2 ottobre 2021): partendo da quelle strade che Fede e Luce è chiamata a percorrere e dalle parole del Santo Padre abbiamo riflettuto prima insieme e poi ciascuno nella propria Provincia per cercare di trovare spunti per preghiere, giochi e momenti di scambio che, questa è la cosa più entusiasmante, saranno utilizzati in tutte le comunità Fede e Luce del mondo per le proprie casette. Davvero un bel frutto!
Un lavoro che ognuno di noi ha composto in piccola parte ma che rientra in un progetto più grande e che sarà strumento di tutte le comunità: un bellissimo modo per sentirci uniti nonostante le distanze e le diversità.

Nel corso dei lavori poi è stato possibile coinvolgere anche altri amici romani e non solo (Paolo di Roma e Federica di Fidenza) e dare così vita a un lavoro veramente di gruppo… senza la tecnologia tutto questo sarebbe stato davvero difficile! Veramente bello condividere anche con i nostri amici ciprioti, greci e albanesi idee e proposte per i temi che ci erano stati affidati.

«Per la maggior parte di noi questa è stata la prima esperienza nel contribuire a predisporre il carnet; ma, come sempre succede in Fede e Luce, anche ciò che comunemente e agli occhi degli altri sembra un limite – la disabilità, le fragilità, le difficoltà di lingua tra componenti di Paesi diversi, la scarsa conoscenza delle “regole di Fede e Luce”, la scarsa dimestichezza nel “masticare” i testi religiosi, l’inesperienza, la distanza fisica – si trasforma in doni, in talenti a volte parzialmente inespressi, in sostegni reciproci, in estasiate scoperte, in maturazioni, in calorose vicinanze empatiche. E, anche quando il compito ti sembra superiore alle tue possibilità e conoscenze, questa meravigliosa “comunità” che è Fede e Luce ti aiuta a raggiungere risultati insperati.» ha detto Paolo Catapano.

Abbiamo comunque seguito un percorso con linee guida ben precise e sperimentate e questo ha reso tutto più semplice!
Per chi fa parte dell’equipe di comunità il Carnet è uno strumento molto utile per organizzare gli incontri e quello di questo anno è tutto frutto delle comunità italiane (e non solo): mi raccomando quindi… usiamolo, anche perché è un prodotto fatto in casa a chilometri zero!

E ora siamo pronti per un nuovo anno insieme!

Antonietta Pantone

Festa di Apertura - Comunità di Roma (Casa Acli, 2022)

Festa di Apertura - Comunità di Roma (Casa Acli, 2022)

Festa di Apertura - Comunità di Roma (Casa Acli, 2022)

Accorcia la distanza e aumenta l'amicizia

Fede e Luce - 5x1000

96000680585 è il codice fiscale da riportare sulla tua dichiarazione dei redditi, nel riquadro dedicato alle onlus.

Ti potrebbero interessare

Scintille

Scintille

È sempre stato il mio sogno fare una omelia, non vi addormentate, non vorrei fosse l’ultima.Vi vorrei raccontare qual è stata la mia prima...