La nostra festa della luce

14 Febbraio 2022

Domenica 6 febbraio 2022 nella parrocchia di Sant’Ireneo a Cesano Boscone abbiamo partecipato alla santa messa festeggiando la Candelora e la Festa della Luce – che è uno degli appuntamenti più importanti del nostro cammino e di tutti i gruppi Fede e Luce del mondo; la messa è stata celebrata da don Giovanni.

All’inizio della messa processione dalla sagrestia fino all’altare portando i simboli di Fede e Luce: Palma ed Emanuele hanno portato il cero acceso, simbolo della luce, mentre Rosa e Flora il Carnet de Route (libro guida con consigli e suggerimenti per i vari momenti per tutti i gruppi), e sono stati posizionati sui gradini dell’altare per tutta la durata della messa.
Abbiamo animato la messa con i canti e facendo anche i gesti; Paolo nel coro suonava la chitarra.

A inizio messa don Giovanni ha spiegato chi siamo e cosa facciamo. Ha detto che il nostro motto è «meglio accendere una luce che maledire l’oscurità»: l’oscurità sono i nostri peccati, le nostre debolezze e tristezze, mentre la luce è Gesù che ci illumina, ci da carica e ci incoraggia ad andare avanti e che ci salva. Anche la preghiera dei fedeli l’ha fatta don Giovanni, dicendo che noi amici di Fede e Luce passiamo un po’ di tempo con gli amici speciali che ci danno gioia, allegria e ci insegnano tanto. Durante la messa c’era Francesco, chierichetto speciale arrivato in chiesa già indossando la tunica che si è andato a sedere sull’altare vicino a don Giovanni; dopo un po’ è venuto vicino a noi.

Terminata la messa, canto finale: amici e ragazzi a fare il mitico canto della comunità con i gesti, la gente in chiesa ci seguiva incuriosita e ci imitava; come sempre chi lo conosce già ci ha seguito gli altri vedevano i gesti e li facevano. Un successone!!!
Fuori dalla chiesa come invio finale abbiamo distribuito il simbolo dello smile con due faccine… Quella che sorride (e la frase è meglio accendere una luce: sempre pronti all’accoglienza) o faccina arrabbiata (cioè: maledire l’oscurità) in base a come giri l’immagine.

Usciti sul sagrato della chiesa… sorpresa! Dovevamo andare a fare un aperitivo in un locale della Bennet, invece Emilia, la mamma di Salvatore, ci ha portato bibite, pizza e focaccia fatta da lei, tagliata a fette. Un pezzo per uno e la merenda è stata fatta: che meraviglia e che bella sorpresa, molto gradita da tutti! Durante la merenda abbiamo potuto chiacchierare fra di noi, per fortuna si stava bene, non faceva freddo.

È stato bello partecipare alla messa tutti assieme, un bel momento ben sentito e vissuto, ha fatto piacere a tutti. La partecipazione alla messa dà carica e dà stimoli per star bene fra di noi. Grazie a tutti e buon cammino nella fede e nella luce!

Accorcia la distanza e aumenta l'amicizia

Fede e Luce - 5x1000

96000680585 è il codice fiscale da riportare sulla tua dichiarazione dei redditi, nel riquadro dedicato alle onlus.

Ti potrebbero interessare

Lettera di Natale dei coordinatori di Fede e Luce Italia

Lettera di Natale dei coordinatori di Fede e Luce Italia

Cari amici,questo Natale giochiamo al gioco dei ”buoni” e dei “cattivi”. No, non delle persone buone e cattive perché quelle, come sapete, non esistono. Solo Dio è buono: noi al massimo ci proviamo. E quando Gesù ha incontrato quelli che la gente considerava...

Nuovi inizi nella provincia Mari e Vulcani

Nuovi inizi nella provincia Mari e Vulcani

Edelweiss (Messina) La comunità Edelweiss di Messina si è incontrata il 13 novembre per l'apertura del nuovo anno con i nuovi coordinatori Carlo Gazzano e Pippo Aricò. "La strada della gioia e della conoscenza" il tema dell'incontro, come suggerito dal Carnet 2023....

Maria SS. della Madia: tra mare e tradizione

Maria SS. della Madia: tra mare e tradizione

La comunità Maria Santissima della Madia ha ripreso le attività alla grande: dopo una prima domenica in cui abbiamo seguito i suggerimenti del Carnet de Route e rappresentato il mimo del passo del Vangelo di Luca “I dieci lebbrosi”, il 30 ottobre, durante...