Lettera dall’Ucraina

Il Coordinatore provinciale del Movimento Fede e Luce in Ucraina scrive una lettera chiedendo preghiere per la pace e per il suo paese

24 Febbraio 2022
lettera-dall-ucraina-fede-e-luce.it
A tutti i nostri cari amici dell’internazionale “Fede e Luce”, che custodiscono l’Ucraina nei loro cuori e nelle loro preghiere. Grazie mille per il vostro sostegno!!!

Purtroppo stamattina (24/02/2022) i soldati di Putin hanno varcato i confini dell’Ucraina e hanno iniziato a sparare contro le nostre città e contro i civili.

Abbiamo imposto la legge marziale. La guerra è iniziata. Le truppe russe stanno effettuando attacchi simultanei lungo gran parte dei confini con Russia e Bielorussia.

Le forze armate della Federazione Russa hanno iniziato un intenso bombardamento delle nostre unità a est, lanciato razzi e bombe sugli aeroporti di Boryspil, Ozernoye, Kulbakin, Chuguev, Kramatorsk, Chornobayevka, nonché sulle strutture militari delle forze armate ucraine. Allo stesso tempo hanno attaccato con l’artiglieria i territori e gli insediamenti ucraini al confine con la Crimea.

Cosa significa questo per la comunità di “Fede e Luce” in Ucraina?

La maggior parte delle comunità di Fede e Luce si trovano nell’ovest dell’Ucraina quindi distanti dalla prima linea. Siamo però preoccupati per le due comunità di Kiev, capitale del nostro Paese. Proprio ora le truppe russe stanno cercando di raggiungerla attaccando le regioni limitrofe.

Siamo preoccupati per tutti gli ucraini, i nostri parenti, i nostri amici di quelle zone. Siamo preoccupati per tutta l’Ucraina. Non c’è giustificazione per ciò che sta accadendo.

Cerchiamo di mantenere la calma e la serenità. Ci stiamo organizzando per poterci prestare aiuto reciproco in caso del bisogno.

La nostra forza è nell’unità e nella coesione. Ricordiamo, nelle nostre preghiere, le nostre sorelle e fratelli della “Fede e Luce” russa.

Sappiamo che non approvano le azioni del loro presidente e non supportano l’aggressione all’Ucraina. La guerra, per tutti, è solo grande dolore e disperazione.

Chiediamo alla famiglia internazionale di FL di continuare a pregare per la pace in Ucraina e affinché si fermi l’aggressione russa.

Ogni giorno cercheremo di pregare per la pace insieme ai membri delle nostre comunità attraverso la piattaforma zoom. L’accesso è limitato e gli orari sono variabili. Non ne siamo certi ma, per chi lo volesse, cercheremo di darvi l’opportunità di unirvi a noi. Pregheremo in ucraino. Se potete, sarà bello; in caso contrario confidiamo nelle vostre buone intenzioni e nel supporto che potrete darci. Vi incoraggiamo a pregare nelle vostre comunità.

Dipendiamo davvero dalla misericordia di Dio.

Grazie per la vostra partecipazione nella preghiera. Abbiamo bisogno gli uni degli altri!

24 febbraio 2022

Oksana Lipetska
Coordinatore provinciale del Movimento Fede e Luce in Ucraina

Accorcia la distanza e aumenta l'amicizia

Fede e Luce - 5x1000

96000680585 è il codice fiscale da riportare sulla tua dichiarazione dei redditi, nel riquadro dedicato alle onlus.

Ti potrebbero interessare

Nuovi inizi nella provincia Mari e Vulcani

Nuovi inizi nella provincia Mari e Vulcani

Edelweiss (Messina) La comunità Edelweiss di Messina si è incontrata il 13 novembre per l'apertura del nuovo anno con i nuovi coordinatori Carlo Gazzano e Pippo Aricò. "La strada della gioia e della conoscenza" il tema dell'incontro, come suggerito dal Carnet 2023....

Maria SS. della Madia: tra mare e tradizione

Maria SS. della Madia: tra mare e tradizione

La comunità Maria Santissima della Madia ha ripreso le attività alla grande: dopo una prima domenica in cui abbiamo seguito i suggerimenti del Carnet de Route e rappresentato il mimo del passo del Vangelo di Luca “I dieci lebbrosi”, il 30 ottobre, durante...

Nuove facce e vecchie abitudini

Nuove facce e vecchie abitudini

Sabato 29 ottobre ci siamo trovati in oratorio San Giustino a Cesano Boscone per l'incontro mensile e la classica pizzata. Per la prima volta hanno partecipato due ragazze Arianna e Veronica della pastorale giovani per conoscere il nostro gruppo. Sono venute...