Vicini a Distanza

Gli strumenti per restare in contatto

Sono passati ormai più due mesi dai nostri ultimi incontri in comunità, le casette, ma nonostante la distanza che in questo periodo ci separa dai nostri amici e dalle famiglie, le comunità sono sempre un luogo pieno di vita! Grazie ai racconti di #ViciniADistanza abbiamo scoperto nuovi modi per sentirci uniti attraverso videochiamate, sfide di cucina e progetti video. Ecco alcuni degli strumenti che possono tornare utili in questi giorni!

Per potersi vedere:

Le videochiamate di gruppo sono lo strumento più immediato per entrare in contatto tra i membri della comunità. Le opzioni sono tantissime ma vogliamo consigliarvene tre tra le più accessibili: una per piccoli gruppi e due per i gruppi più numerosi.

WhatsApp: per videochiamate rapide da cellulare, per piccoli gruppi.

Zoom: per videochiamate da pc e cellulare, per gruppi numerosi.

Jitsi: per videoconferenze, da pc e cellulare. (come la Festa della Primavera 2020)

Whatsapp: per chiamate fino a 8 persone

Requisiti:

  • cellulare con sistema operativo Android 4.1 o successivo. (che versione ho?) oppure iPhone con iOS 9 o successivo. (che versione ho?)
  • WhatsApp installato sul tuo cellulare e aggiornato all’ultima versione

Come funziona:

Se hai già una chat di gruppo:

  1. vai sul gruppo che desideri videochiamare
  2. se la chat di gruppo è composta da cinque o più partecipanti, tocca Chiamata di gruppo  
    • se la chat di gruppo è composta da un massimo di quattro partecipanti, tocca Videochiamata  .
      In questo caso, la chiamata inizierà subito
  3. cerca o seleziona i contatti che vuoi aggiungere alla chiamata
  4. tocca Videochiamata  

 

Se non hai ancora una chat di gruppo:

  1. vai nella scheda Chiamate 
  2. tocca Nuova chiamata   > Nuova chiamata di gruppo  
  3. cerca o seleziona i contatti che vuoi aggiungere alla chiamata
  4. tocca Videochiamata  

 

Zoom: per gruppi numerosi

Requisiti:

Come funziona:

Le videochiamate o meeting su Zoom, sono gestite da un host, ovvero da una persona che crea uno spazio virtuale raggiungibile tramite un codice univoco (ID). Questo codice consente di accedere alla riunione anche senza essere iscritti a Zoom. Nella versione gratuita di Zoom le riunioni di gruppo sono consentite fino a un massimo di 40 minuti.

Se vuoi creare una riunione:

  1. Iscriviti su Zoom
  2. Accedi all’app Zoom sul tuo dispositivo oppure vai su zoom.us e accedi.
  3. Tocca Schedule.
  4. Seleziona le opzioni di riunione. Dovrai scegliere l’orario di avvio, l’argomento e altri dettagli (leggi qui per altre info)
    • La scelta di other calendars ti consentirà di copiare e incollare le informazioni sulla riunione pianificata come la data, l’ora e l’URL della riunione.
  5. Fare clic su Schedule per terminare e aprire il servizio di calendario selezionato per aggiungere la riunione.
  6. Per invitare le persone a partecipare alla riunione, inviagli il numero ID che è stato appena generato e l’eventuale password. I partecipanti possono unirsi seguendo le indicazioni del prossimo paragrafo.

 

Se vuoi partecipare ad una riunione:

  1. Apri l’app Zoom oppure vai su zoom.us.
  2. Fai clic su Join a meeting se desideri partecipare senza effettuare l’accesso oppure accedi a Zoom, quindi fai clic su Join.
  3. Immetti il numero ID della riunione e il nome che vuoi sia visualizzato.
    • Se hai effettuato l’accesso, cambia il tuo nome se non vuoi che appaia il tuo nome predefinito.
    • Se non hai effettuato l’accesso, inserisci il nome che preferisci.
  4. Seleziona se desideri collegare audio e/o video e fai clic su Join.

Jitsi: per videoconferenze

Requisiti:

  • Un pc o un cellulare con una connessione internet (non serve un account né un app!)
    • Se invece vuoi scaricare l’app per smartphone:
      Cellulare con sistema operativo Android 5.0 o successivo. (che versione ho?) oppure iPhone con iOS 11.0 o successivo. (che versione ho?)

Come funziona:

Jitsi Meet è una piattaforma open source cioè non solo gratuita ma anche “aperta” a modifiche per sviluppatori. Le stanze virtuali vengono create senza un account, direttamente sul sito di Jitsi. Per unirsi alla stanza e partecipare alla videoconferenza basta cliccare sul link (e aggiungere la password, se impostata). Non ci sono limiti di tempo e fino ad un massimo di 75 partecipanti.

Se vuoi creare una videoconferenza:

  1. Vai su Jitsi Meet
  2. Digita un nome da assegnare alla stanza e clicca su Go.
  3. Consenti l’accesso al microfono e alla videocamera.
  4. Sei online!
    • Condividi il link della stanza ai tuoi contatti per farli riunire con te. Lo trovi in basso a destra oppure sulla barra dell’indirizzo (es. meet.jit.si/NomeStanza)

 

Se vuoi partecipare ad una videoconferenza:

  1. Apri il tuo browser (Chrome, Safari, Firefox, Internet Explorer, ecc.) oppure apri l’app per iPhone o Android.
  2. Copia il link che ti è stato inviato dal creatore della stanza.
    • Se partecipi da pc incolla il link sulla barra degli indirizzi premi invio
    • Se partecipi da app scrivi il nome della stanza e premi su Join
  3. Consenti l’accesso al microfono e alla videocamera.
  4. Sei online!

Consiglio: gestire una videochiamata con più 8 persone potrebbe risultare molto complesso. Alcune comunità hanno scelto di videochiamarsi dividendosi in sotto-gruppi meno numerosi, per facilitare la comunicazione.

Per mettersi alla prova:

Sono tante le attività che possiamo fare a casa. Possiamo provare una nuova ricetta o indire una gara di cucina tra tutti i componenti della comunità. E non dimentichiamoci anche degli spunti che ci da il Carnet de Route. Ecco alcune idee:

Dal Carnet de Route 2020

Nella sezione dell’Atelier degli Artisti sono raccolti giochi, lavori con la carta e tante altre idee creative.

Spazio alla creatività

Oggetti di scarto in casa potenziale materia prima per piccole creazioni: sono i suggerimenti, come i tappi di sughero reinventati, di Giada Di Vecchio.

Le ricette

Lo strucolo de pomi

È bello leggere, scrivere, stare al telefono con gli amici, sistemare finalmente certi cassetti, ma anche cucinare, soprattutto dolci, non fosse altro per il profumo con cui inondano la cucina e la casa. Ai miei amici è sempre piaciuto lo strudel di mele imparato da Alvise, la mia amatissima suocera triestina, che lo chiamava in dialetto strucolo de pomi.

Per condividere:

La tua foto, il video, la poesia, il disegno o l’articolo è pronto? Adesso condividilo con noi!

La comunità di San Gregorio ad esempio, si è sbizzarrita. A partire da una poesia, ha raccolto dei piccoli video in cui ognuno dei partecipanti condivideva con l’altro un oggetto importante o che gli mancava in questa quarantena. Il risultato finale è sorprendente!

Racconta quello che hai fatto con l’hashtag #ViciniADistanza sui social di Fede e Luce. I contenuti più belli sono segnalati nella newsletter di Ombre e Luci.